Area di accesso per gli utenti

Inserisci username e password nei campi sottostanti per poter accedere al tuo account personale.

Quale formazione deve svolgere il Carrellista?

La formazione del Carrellista

Che formazione deve fare chi utilizza carrelli elevatori e muletti?

Il D.Lgs. 81/08 impone che per l’uso di attrezzature da lavoro che richiedono conoscenze o responsabilità particolari è necessaria una specifica abilitazione. L’Accordo della Conferenza Stato-Regioni del 22/02/12 ha dettagliato le attrezzature da lavoro che richiedono specifiche abilitazioni (Carrelli industriali semoventi, i Carrelli semoventi a braccio telescopico e Carrelli/Sollevatori/Elevatori semoventi telescopici rotativi), i percorsi formativi per gli operatori, i soggetti formatori, la durata, gli indirizzi ed i requisiti minimi della formazione.

L’Accordo impone al datore di lavoro di formare, con adeguati percorsi obbligatori, gli utilizzatori di carrelli elevatori, elevando il loro grado di consapevolezza circa i rischi tecnici del carrello e quelli strutturali della sede lavorativa e informandoli su tutte le misure per la tutela della sicurezza e della salute.
 
L'Accordo prevede che i corsi di formazione per carrellisti non possano più essere organizzati dalle aziende stesse, con o senza l'impiego di docenti esterni, ma soltanto da enti formatori accreditati dalle Regioni, sulla base di specifiche regole (organizzazione, articolazione percorso formativo, metodologia didattica, programma dei corsi, attestazione) e con docenti con requisiti specifici.

Per i conducenti di carrelli elevatori semoventi il corso di formazione base ha una durata minima di 12 ore (8 teoria + 4 pratica).
 
Questa prima abilitazione deve essere rinnovata ogni 5 anni con un corso di aggiornamento della durata di minimo 4 ore (di cui almeno 3 dedicate ai moduli pratici).
 
Chi ha svolto corsi di formazione della durata complessiva non inferiore a quella prevista dall’attuale legge (12 ore) con modulo teorico, pratico e verifica finale e adeguata documentazione, può considerare assolta la formazione di base. Chi invece ha svolto un corso di durata inferiore deve integrarlo entro due anni (a partire dal 12/3/2013) con il modulo di aggiornamento e relativa verifica finale.

Chi non è in grado di documentare con le modalità specificate nell'Accordo la formazione dei lavoratori (anche già assunti da tempo ed esperti) a partire dal 12 marzo 2013 non potrà più adibirli all’uso delle attrezzature di lavoro (carrelli, muletti, piattaforme, eccetera) se non dopo aver effettuato i corsi completi presso enti accreditati secondo le nuove regole.